Trasformando un'opera
Post Reply   Forum
Posted by: Alessandro Maietta ®
11/02/2016, 11:30:02

Author Profile Edit
Incontro in memoria di Chris davvero molto toccante.
Ringrazio ancora Adriana e Franco per l’invito.
In questa occasione ho scoperto due dimensioni di vita,
forse appartenenti a più persone, che desidero condividere con tutti.

La prima dimensione, é quella in cui, a volte, ci si ritrova vittime di
problemi che hanno lasciato un segno profondo, facendoci sentire impotenti.
Si vive forse una vita in cui si fa fatica a dare una spiegazione a molte cose,
che poi si trasformano in pensieri ricorrenti.
Ci sono indubbiamente una serie di processi naturali,
che ci lasciano addosso una forte componente di paura e mistero.

Sì ha a tratti l’impressione che a volte manchi qualcosa;
che ci siano alcune cose che non si riescono ad afferrare,
mentre siamo sempre lì a combattere per avere, possedere o vivere l'impossibile.

Probabilmente non ci si rende conto che manca un livello di comprensione più importante
senza il quale si diventa vittime di un invecchiamento senza via di ritorno.

Penso che sia nostro dovere sforzarsi di comprendere maggiormente
da dove proveniamo e di cosa sia fatta davvero la natura,
affinché si possa valorizzare quello straordinario dono che é la vita.

Se é vero che abbiamo avuto problemi che ci hanno segnato,
che ci sentiamo sopraffatti da qualcosa, o che c’é un turbamento latente,
allora é indubbiamente il momento di svegliarsi in una nuova dimensione.

Ognuno di noi ha un dono irripetibile nella sua interezza,
che ha bisogno di essere rinnovato dall'interno e quotidianamente.
E’ solamente partendo da noi stessi, dal nostro interno,
che possiamo andare a trasformare in qualcosa di buono le nostre esperienze.

Che cos’é la vita?
Può essere davvero un’opera?
Può diventarlo nel momento in cui ne conosci le parti buie, estranee, i limiti.
Smetterai di subirla facendo fruttare l’esperienza acquisita
per portarla ad un livello più profondo, più importante.

Di questo importante compito,
é proprio nei momenti spiacevoli che occorre ricordarsene.

Avere la possibilità di sognare e di spingersi attraverso
un importante obiettivo, ci permette di alimentare le nostre energie,
avendo accesso ad un grande potenziale, riaccendendo quel motore del desiderio
con cui affrontiamo le nostre sfide, le nostre lotte,
le nostre opere, ognuno nella propria strada.

Ho avuto la fortuna di ascoltare le musiche di Chris
ed un’elaborazione di un brano che ha reso suo , intitolato “Su ali d’aquila".
Quello che che fanno tutti i grandi artisti come lui, e che tento di
svolgere anche io nel mio lavoro, é di rimaneggiare qualcosa
più volte per portarla con le proprie forze ad un livello straordinario.

Sognare e cercare di realizzare cose straordinarie come ha fatto lui,
superando difficoltà partendo da un terreno ostile,
é un privilegio in questo mondo, ed é il segreto della giovinezza.
Se vogliamo essere grandi e vivere qualcosa di grande,
allora questa é la nostra occasione perché é dalle parti grezze
e oscure che vengono fuori grandi opere.

Quando quando si sperimenta questo ruolo,
quando si alimenta questo potenziale, la vita ripaga ampiamente
e si diventa nuovi, giovani, e lucenti.
Qualsiasi cosa accada, qualsiasi problema avremo davanti,
in questo modo porteremo pace e tranquillità,
per fare della nostra vita un’opera per migliorare il mondo.

Ringrazio Adriana, Franco ed Antonio Spadaro per i valori trasmessi,
con l’augurio di partecipare nuovamente alla prossima occasione.

Un abbraccio
Alessandro




Post Reply | Recommend | Alert
View All   Previous | Next | Current page

Replies to this message

-----Re: Trasformando ... Stefania_Roma 0 1518 bytes 11/07/2016, 17:23:51