L’Università italiana si rinnova

Roma

È di questi giorni la notizia che il Parlamento ha approvato  con voto unanime l’abrogazione dell’art. 142 del Regio Decreto n° 1592/1933, con lo scopo di rendere possibile anche in Italia quello che in molti altri Paesi è già una realtà consolidata: l’iscrizione contemporanea a più Facoltà o Corsi di studio.

Questo importante passo verso la modernità del nostro sistema universitario richiama alla mente l’opportunità avuta da Christian Cappelluti nel 1994 quando, nel corso dei suoi studi presso la Wake Forest University del North Carolina, ha potuto iscriversi contemporaneamente sia alla Facoltà di Business che a quella di Musica.

Queste “contaminazioni” tra diverse branche della conoscenza si rivelano nel tempo assai fruttuose per gli studenti, come ha potuto dimostrare Christian durante il suo percorso. È stato lo stesso Ateneo americano a divulgare come buon esempio di lavoro il progetto di Christian  “The Dream of Constance”, uno studio analitico su ogni aspetto della produzione musicale riguardo un album da inserire nel mondo della discografia americana. Un ottimo modo per potere conoscere bene tutti i “ferri del mestiere” e gestire direttamente la propria attività artistica!

Per capire l’importanza di questa trasversalità nell’approccio allo studio ecco come Christian commentava il progetto che stava arrivando verso la conclusione: “Il progetto “The Dream of Constance”, condotto con il professor David Isbister, è stato la più interessante, impegnativa e fruttuosa attività di studio del mio curriculum di gestione e organizzazione aziendale, all’Università di Wake Forest. Più di qualsiasi altro corso seguito al college, questo progetto facoltativo ha avuto un fortissimo impatto sulla mia carriera professionale; le conoscenze acquisite e le esperienze fatte con questo lavoro si dimostreranno quanto mai utili alla mia attività musicale, e questo non solo nell’immediato, ma anche in futuro.

Leggi il progetto:

Leggi l’articolo su:  Il Sole 24 OrePaese Italia Press